Parlamento UE: stop ai veicoli a benzina e diesel dal 2035

Parlamento UE: stop ai veicoli a benzina e diesel dal 2035

Un altro passo verso un futuro più green della mobilità delle persone arriva dal Parlamento dell’Unione Europea. L’assemblea ha infatti approvato la proposta della Commissione Europea volta al futuro stop della produzione dei veicoli endotermici. Parliamo quindi di tutti gli automezzi che attualmente sono alimentati integralmente o parzialmente a benzina, diesel e GPL.

Fit-for-55 come obiettivo finale

Questo percorso rientra nel più ambizioso piano Fit-for-55, ma che punta per adesso a un risultato più vicino nel tempo. Si tratta in ogni caso di un voto che non determina decisioni immediate, dato che il percorso per l’attuazione di questo obiettivo è ancora lungo.

Sicuramente una simile delibera fa capire quanto, anche in questa situazione congiunturale difficile, ci sia la volontà di proseguire un importante percorso. Anche perché si stima che la mobilità con mezzi endotermici produca oltre il 60% del CO2 derivato dalle azioni umane.

La Commissione Europea ha adesso un’importante investitura per proseguire questo cammino. Le resistenze dei vari governi nazionali e delle aziende del comparto saranno sicuramente significative, tuttavia il percorso trova ora un maggiore slancio.

Vediamo quindi nel dettaglio cosa ha deliberato il Parlamento Europeo pochi giorni fa.

Interrompere la produzione di nuovi veicoli endotermici

La Commissione Europea aveva inviato al Parlamento UE un testo sul possibile stop alla produzione di veicoli alimentati a benzina, diesel e GPL nel 2035. Questo indirizzo è stato confermato dall’assemblea che ha approvato la proposta riguardante autovetture e furgoni.

L’eventuale effettiva applicazione di questo provvedimento ovviamente non tocca tutti i veicoli circolanti, prodotti e acquistati fino alla data in questione. Quindi gli acquirenti di automezzi endotermici posso comunque stare tranquilli.

Da quella data però diventerà sempre più difficile reperire veicoli di questo tipo. C’è comunque da considerare che un simile indirizzo porterà a economie di scala tali da abbassare sensibilmente i prezzi dei veicoli elettrici e a idrogeno. Al momento infatti c’è ancora una differenza di prezzo notevole tra i modelli a benzina e quelli elettrici.

Nella stessa sessione dell’Europarlamento è stata bocciata la proposta a favore dei carburanti sintetici. Studi recenti infatti testimoniano infatti che questo carburante consente l’abbattimento della produzione di CO2 di solo il 5%.

Il percorso del provvedimento

A questo punto la palla passa alla Commissione Europea e al Consiglio Europeo. È chiaro che un simile indirizzo non è esattamente gradito a tutti, anche solo per il ritardo infrastrutturale riguardanti i punti di rifornimento degli autoveicoli green. Non bisogna poi dimenticare che i costruttori devono ancora riconfigurare l’intera catena di produzione per offrire una quantità di offerta adeguata. In questi campi 13 anni sono davvero pochi e le sfide per giungere a un simile obiettivo sono davvero importanti.

Auto elettriche anche nel Noleggio a Lungo Termine

In questo scenario in continua evoluzione anche gli operatori del Noleggio a Lungo Termine si stanno attrezzando per essere pronti con la loro offerta.

ExecutiveLease vanta non da oggi una vasta gamma di auto ibride o completamente elettriche. In questo modo puoi scegliere anche tu una via più green per la tua soluzione di mobilità.

Entra in contatto con ExecutiveLease e scegli insieme a noi l’auto a Noleggio a Lungo Termine più adatta alle tue esigenze.

ExecutiveLease sa bene quanto sia importante proporre al cliente opzioni di prima qualità e al passo coi tempi.

Visita il nostro sito alla pagina SUPERPROMO e scegli l’auto per il noleggio a lungo termine più adatta alle tue esigenze.

E non dimenticare di contattarci per avere tutti i chiarimenti e un consiglio nella scelta della tua auto.

LE NOSTRE SUPERPROMO DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.